Orhan Pamuk, Umberto Eco… e la moderatrice


Ieri sono stato a una conferenza molto particolare: un dialogo tra Orhan Pamuk e Umberto Eco sul tema del romanzo moderno (o post-moderno?) e della loro esperienza di scrittura. La cornice si è rivelata particolarmente gradevole: l’università del Bosforo a Bebek, nata 150 anni fa come Robert College (ma ve ne parlerò un’altra volta con calma); mentre la conferenza di per sé – nonostante la verve dei due protagonisti e qualche battuta ben assestata – non ha prodotto nulla di particolarmente nuovo o sorprendente.

Di significativo c’è stato altro. La moderatrice – la professoressa Patrizia Violi da Bologna – ha pensato bene di sfruttare l’occasione per condividere col foltissimo pubblico i suoi giudizi letterari su Eco e Pamuk; e invece di innescare immediatamente la discussione, ha avviato la preliminare lettura di un suo noiosissimo testo: che ha innescato – mi riferisco al sottoscritto e a chi era vicino a me – sbadigli, smorfie e scarabocchi. Al minuto 15 dello strazio, qualcuno dalle ultime file ha deciso di manifestare in modo plateale il proprio dissenso per tale improvvida iniziativa: e si è prodotto in un applauso collettivo – coinvolgendo svariate decine di persone – come per dire “sei stata brava e grazie per il tuo intervento, ma adesso basta perché non ne possiamo più!” La professoressa Violi ha fortunatamente capito, ha proseguito lo strazio solamente per altri 5 minuti. Dico: un po’ di buon senso proprio no, eh? Ma la protesta degli studenti turchi mi ha convinto: per sfrontatezza, per misura, per efficacia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Istanbul, Turchia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Orhan Pamuk, Umberto Eco… e la moderatrice

  1. Pingback: Orhan Pamuk, Umberto Eco… e la moderatrice - Istanbul Avrupa - Webpedia

  2. mirkhond ha detto:

    La conferenza (strazio compreso) si è svolta in inglese?
    E chi non capiva?
    C’erano gli auricolari con traduzione simultanea in Osmanico?

  3. mirkhond ha detto:

    E su ciò che hanno detto Eco e Pamuk, almeno valeva la pena di esserci?

  4. ars ha detto:

    Non capisco. Valeva la pena di esserci per chi non ha letto i loro libri? In che senso?

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      non hanno detto nulla di nuovo: tutto ampiamente discusso nei loro libri e nei loro (numerosi) interventi pubblici.

      in sostanza, per me e’ stata una perdita di tempo (ma il posto e’ splendido, non c’ero mai stato) 🙂

  5. Luca Tincalla ha detto:

    Come on, Giuseppe! Il pezzo sulla stupidità, di Eco, non è stato affatto male; chissà se aveva letto Aziz Nesin…

  6. Luca Tincalla ha detto:

    Eco, qualche giorno fa, ha detto che il 50% delle persone sono stupide. Aziz Nesin, qualche lustro fa, ha detto che il 60% dei turchi sono stupidi.
    Magari Eco ha letto Nesin e ha fatto un copy/paste. Che dici, (im)probabile?
    Buona serata,
    Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...