La Turchia e i pregiudizi degli italiani (125)


(non si tratta di un pregiudizio, lo so: ma questo racconto di viaggio – direttamente dal sito No Borders Magazine – è talmente divertente che merita di essere conosciuto…)

A due passi dal Gran Bazar, la chiesa di Aya Sofya e la famosa Moschea Blu. Questa è la cosiddetta “città vecchia”, la più turistica e affollata da sciami di giapponesi, tedeschi e italiani, mentre dall’altra parte del Bosforo si snoda la parte chiamata “orientale” che, in realtà, di orientale ha poco.

E ingenuamente mi sono illuso che questa “viaggiatrice” avesse capito tutto…

Qui, infatti, i cliché dell’oriente esotico vengono ribaltati da quartieri popolari al centro di una riqualificazione urbana ma, soprattutto, artistico-culturale. Performance di artisti di strada, collettivi di giovani attori e video-installazioni animano questa zona, che coincide con il quartiere di Beyoglu. Per arrivarci bisogna attraversare il Ponte di Galata, che vale la pena di essere percorso a piedi.

E invece, no: non aveva capito un bel niente! Ora, per chi viene a Istanbul la prima volta l’errore – anche grossolano – è sempre scusabile: ma chi si reputa “viaggiatore” non dovrebbe almeno munirsi di una mappa, o consultarla online?

Questa voce è stata pubblicata in disinformazione, Istanbul, Turchia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a La Turchia e i pregiudizi degli italiani (125)

  1. enisilkin ha detto:

    Mamma mia,mamma mia,mamma mia…

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      l’autrice dello scempio, una tale Giuditta, ‘ha 25 anni e spera, nella vita, di diventare antropologa. Nel frattempo viaggia, studia e impara i rudimenti della cucina giapponese.’ roba da pazzi…

  2. Pingback: La Turchia e i pregiudizi degli italiani (125) - Istanbul Avrupa - Webpedia

  3. enisilkin ha detto:

    Speriamo che la ns. presunta antropologa sappia che Giappone é un’isola. ( Non si sa mai, se per lei Beyoglu é la parte asiatica d’Istanbul, il Giappone potrebbe far parte del continente)
    PRESUNTA : Giuseppe, ho usato il termine giusto oop.era meglio dire ” aspirante”

  4. enisilkin ha detto:

    Grazie ed un buon week end..

  5. Emiliano Micciche ha detto:

    Lo hai detto…ha 25 anni…ed il bagaglio di esperienza non puo’ essere che quello di una giovane viaggiatrice…mi sembra che comunque parli con passione di quello che ha visto…e questo e’ quello che importa, no?

  6. Fay ha detto:

    Oh mamma mia…

  7. ahahahhaha! questa l’ho gia sentita………😀

  8. Daniela ha detto:

    Giuseppe, sono d’accordo con te che chi si definisce “viaggiatore” dovrebbe essere informato meglio (anche se, che significa essere un “viaggiatore” oggi? … boh! ) ma a me inizia a sfuggire il senso di tutti questi tuoi post, che hanno perso ragion d’essere e stanno facendo diventare il blog ripetitivo. Vuoi dimostrare che la rete pullula di informazioni sbagliate su Istanbul? Certo, se volessimo fare lo stesso giochetto su Roma o Londra o New York sarebbe uguale, ma che importanza avrebbe? Chissà quante cose non sai tu delle citta nelle quali non hai vissuto… Cioè, azzardo un’ipotesi visto che ho un po’ seguito questo tuo blog: sembra che tu voglia documentare l’ipotesi che su Istanbul (sulla Turchia, sulla sua cultura, sulla sua politica, sull’Islam) c’è un così grasso strato di ignoranza, che qualcunque cosa venga detta o scritta (e magari da te non condivisa) sia riconducibile a questo marasma di confusione, preguidizio, ristrettezza mentale. Come se tu buttassi nello stesso calderone Marta Ottaviani, ogni interpretazione che non condividi sulla politica di Erdoğan e l’affermazione di una 25enne che definisce “parte orientale” Beyoğlu, pezzi di recensioni del 1995…. etc.

    Che senso ha?

    (per la precisione, la poveretta ha scritto orientale, non asiatica, non è detto che pensasse di essere in Asia….).

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      l’aspirante antropologa – o poveretta che dir si voglia – in effetti ha scritto: ‘mentre DALL’ALTRA PARTE DEL BOSFORO si snoda la parte chiamata “orientale” che, in realtà, di orientale ha poco. Qui, infatti, i cliché dell’oriente esotico vengono ribaltati da quartieri popolari al centro di una riqualificazione urbana ma, soprattutto, artistico-culturale. Performance di artisti di strada, collettivi di giovani attori e video-installazioni animano questa zona, che coincide con il quartiere di Beyoglu.”

      per il resto, non so se questa rubrica ha un senso: mi sono imbattuto in un florilegio di commenti turcofobi e islamofobi sul sito del Corriere della Sera, ho cominciato a darne conto, ne trovo in ogni dove in quantita’ industriale (e a volte mi vengono segnalati). poi, lascio a voi giudicare: lamia posizione e’ ben nota ma in ogni caso non pretendo sia la verita’ rivelata, puo’ essere quindi contestata a piacere (magari, sarebbe meglio sulla base di riscontri concreti)…

    • enis ilkin ha detto:

      Scusa Daniela, quando si parla della parte orientale d’Istanbul, s’intende la parte asiatica. Non cerchiamo di minimizzare la questione per favore. Ammetti che una viaggiatrice di 25 anni,quando fa errori del genere,é imperdonabile. Guarda che stiamo parlando di una citta’ capitale del impero bizantino e dell’impero ottomano. Pensa un po’ te..

      • Fay ha detto:

        Sono d’accordo..peraltro ha scritto “dall’altra parte del Bosforo”, dicendo poi che per arrivarci bisogna attraversare il Ponte di Galata, dopodichè ci ha infilato il quartiere di Beyoglu..è evidente che nemmeno ha guardato bene la mappa della città, perchè bastava quella per capire dov’era..

  9. eustakyo manopulo ha detto:

    malgrado gli errori evidentemente dovuti a confusione la giovane giuditta traccia un profilo simpatico di una ragazza che,con entusiasmo,viaggia impreparata

  10. Niccolò ha detto:

    Ripeto: prendersela con chi pensa che Galata sia oltre il Bosforo o che a Uskudar si parli arabo è come sparare sulla croce rossa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...