Se torna d’attualità una visione neo-ottomana (e adriatica) della geopolitica


Il 15 maggio, Ankara ha ospitato il “Vertice trilaterale dei Balcani”: a cui hanno partecipato il padrone di casa, il presidente Abdullah Gül; il presidente della Serbia, Tomislav Nikolic; i tre membri della presidenza collettiva della Bosnia Erzegovina, Bakir Izetbegović, Željko Komšić e Nebojša Radmanović. La dichiarazione finale è la riaffermazione – convinta e operativa – di una volontà di maggiore cooperazione regionale, di una comune prospettiva europea, di progetti condivisi di rilevanza culturale ed economica: e proprio il giorno precedente – sempre ad Ankara – è stato istituito un comitato trilaterale per il commercio. “Sono felice di dire che i leader dei paesi balcanici hanno deciso di lasciarsi alle spalle le agonie e le influenze del passato, aprendo la strada a una trasformazione delle mentalità oggi orientate in direzione di un brillante futuro”: queste le parole di Gül nell’indirizzo di benvenuto del vertice, a cui è stato assegnato l’impegnativo slogan “costruire il futuro insieme”. E in questa trasformazione, il ruolo della Turchia è stato determinante.Nella nuova politica estera ideata e poi condotta dal ministro Ahmet Davutoğlu, infatti, i Balcani ricevono massima attenzione e visibilità: l’obiettivo dichiarato è quello di ripristinare i legami di epoca ottomana – culturali, economici e politici – recisi con la fine dell’impero e la nascita della repubblica; legami di natura diversa, oggi paritaria e condivisa: per questo motivo il capo della diplomazia di Ankara ha sempre respinto la definizione di “neo-ottomanismo” data al suo approccio, che suggerisce – erroneamente – pulsioni imperialiste.

[…]

(il resto lo leggete su Segnavia, il blog – ormai un sito informativo vero e proprio – dell’amico Luciano Lanna; quando a dirigere Il Secolo c’erano lui e Flavia Perina, sulla Turchia abbiamo fatto grandi cose…)

Questa voce è stata pubblicata in politica estera, Turchia. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Se torna d’attualità una visione neo-ottomana (e adriatica) della geopolitica

  1. Pingback: Se torna d’attualità una visione neo-ottomana (e adriatica) della geopolitica - Istanbul Avrupa - Webpedia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...