Il caso Sevan Nişanyan


Nei giorni scorse, il giornalista e linguista Sevan Nişanyan – turco, di origine armene – è stato condannato a 13 mesi e mezzo di prigione per insulti alla religione islamica. Una provocazione dichiarata, la sua: perché in un articolo (scrive abitualmente per Taraf e Agos) in cui parlava di hate speech (parole che incitano all’odio) ha sostenuto che “prendere in giro un condottiero arabo che pretendeva di esser stato in contatto con Allah e di aver ricevuto benefici politici, finanziari e sessuali non è hate speech“.

Lo è, non lo è? In effetti, sono la legge e la giurisprudenza a doverlo stabilire. In ogni caso, la sproporzione tra la presunta “offesa” – in realtà, una provocazione – e la pena decisa è palese. Ci sarà l’appello, vedremo cosa accadrà: ma le autorità turche dovrebbero imparare a distinguere – una volta per tutte – tra l’autentico incitamento all’odio razziale, che va represso anche duramente, e le polemiche degli intellettuali che meritano tutt’al più una serie di pernacchie, ma sicuramente non l’attenzione dei gudici.

Questa voce è stata pubblicata in disinformazione, Islam, politica interna, Turchia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il caso Sevan Nişanyan

  1. Pingback: Il caso Sevan Nişanyan - Istanbul Avrupa - Webpedia

  2. massimo ha detto:

    Sevan é infati tipicamente armeno…c’é pure un famoso lago omonimo nell’Armenia indipendente
    il fatto é purtroppo grave e sembra andare in controtendenza a recenti aperture, purtroppo…
    hai fatto bene a informarci e a denunciare certe “suscettibilità” dure a morire, retaggio di altre epoche e regimi
    almeno non ti diranno più che sei schiacciato sull’AKP😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...