Le proteste violente di piazza Taksim


Lo so, si tratta di un video propagandistico, i fatti che mostra sono accuratamente selezionati: ma le violenze di alcune frange di manifestanti sono per l’appunto fatti e tenerne conto è indispensabile per capire cos’è successo a Istanbul nelle ultime 3 settimane. Perché non ‘ altrettanto propagandistica – manifestanti buoni e pacifici contro polizia cattiva e violenta – l’immagine che i media schierati pregiudizialmente contro l’Akp hanno offerto.

Questa voce è stata pubblicata in disinformazione, politica interna, Turchia. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Le proteste violente di piazza Taksim

  1. Pingback: Le proteste violente di piazza Taksim - Istanbul Avrupa - Webpedia

  2. bluePhlavio ha detto:

    Non c’è sottotitolato in inglese o italiano?

  3. giluci@alice.it ha detto:

    PER FAVORE NON MANDATEMI PIU’ MAIL . FACCIAMOLA FINITA CON QUESTE SCUSE . UN CONSIGLIO : NON ENTRATE NELLA UE

  4. giluci@alice.it ha detto:

    PREGO NON INVIARE PIU’ MAIL. NON CONCORDO ASSOLUTAMENTE CON VOI – FATELA FINITA!

  5. gixeco ha detto:

    Ciao Giuseppe, secondo me dovresti postare qualche articolo di contro sul modo poco simpatico di esprimersi da parte del premier. Ritenere feccia (o rubbish, ) chi sta protestando non e’ carino. Inoltre credo avresti dovuto parlare un po’ di piu’ anche dei fatti della protesta in se:
    – Video delle proteste (solo Halk TV)
    – Servizi di reportage non schierati (BBC)
    – Far notare che la CNN turca ha mandato un documentario sui pinguinil a prima sera delle proteste.
    – Far notare l’atteggiamento di censura, appurato.. Ho avvertito IO mio suocera che suo figlio era in piazza a protestare, perche’ tv e radio pare non ne parlino (credo possano farlo, ma temono ripercussioni).
    – Notizie della protesta in se ed alcune conseguenze, tipo: Arresto degli avvocati che proteggono il diritto di manifestare e per questo sono stati puniti (gli ordini di Bari, Napoli e Roma hanno manifestato contro gli arresti davanti a Via Palestro, dicasi Ambasciata turca a Roma), uso di violenza, fermo dei giornalisti, aree interdette.
    Seguendo questo blog sembra che un branco di idioti abbia deciso di fare anarchia…credo la cosa sia un po’ piu’ complicata, e qualche lettore si e’ anche risentito visti i commenti.

    Credo che manchi un po’ di critica bilanciata in generale.. in questo post avresti dovuto mettere anche video della protesta, allora puoi dire che si osservano e riportano i fatti.
    L’ AKP sta governando perche’ votato democraticamente, ma il suo leader e’ un poco di buono. Si puo’ dire? E si puo’ dire che avere i voti non permette di fare quel che ti pare? Mi fu predetto un paio di anni fa: “Vedrai che alla prima forma di protesta mostrera’ i muscoli” . Ok, dall’altro lato sono pregiudiziosi..ma forse conoscono i propri polli, no ?

    Perche’ per un problema locale di una piazza e’ intervenuto direttamente il governo? Che posizione ha il genero del premier nella faccenda? Chi sono le simpatiche famiglie che stanno cementando Istanbul? Atasheir 3-4 anni aveva qualche casuccia e un paio d’alberi. Oggi il costruttore ha messo ben in evidenza il suo nome in capo ad uno dei piu’ mastodontici grattacieli che io abbia mai visto.. chi e’? Come mai ha concessioni apparentemente facili? (Istanbul e’ su una faglia importante, ci saranno disastri).
    Siamo italiani, i governi corrotti sono stati (sono ancora) il nostro pane quotidiano, e l’attuale blocco politico governante in turchia ha ben poco da insegnarci in questo senso. Ecco dove nasce il disprezzo di chi protesta.

    Ovvio, cerchiamo almeno di far capire a chi non sa, che la religione non c’entra niente.

    Dicesi: Yeter! E noi dovremmo imparare.

    Un caro saluto,
    G.

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      beh, ma io di ‘tutto il resto’ ne ho parlato in precedenza: facendo critiche quando ritenevo necessario farle. poi qualcuno ha segnalato questo video e ho pensato di postarlo: anche perche’ non molti hanno dato risalto alle proteste violente che pure ci sono state…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...