Perché Erdoğan vince le elezioni


Non solo per questo motivo, ma anche per questo motivo. Ieri è andato a pregare – era venerdì – alla moschea di Beştepe: ha incrociato un venditore di simit, glieli ha comprati tutti per 100 lire turche, li ha distribuiti personalmente a chi era lì fuori. E’ un uomo ‘del popolo’, come uomo ‘del popolo’ viene ancora percepito dopo 10 anni al potere: e non è cosa da poco!

E1
E1b
E2

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in politica interna, Turchia. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Perché Erdoğan vince le elezioni

  1. mirkhond ha detto:

    I poveri lo riconoscono come il loro leader?

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      qualche giorno fa, durante le proteste dalle mie parti, dei manifestanti particolarmente agitati cantavano ai poliziotti – per schernirli – ‘andate a vendere simit’.

      ecco perche’ Erdogan prende milioni di voti, ecco perche’ i manifestanti sono un’entita’ marginale e politicamente trascurabile…

  2. mirkhond ha detto:

    I tuoi parenti turchi che ne pensano?

  3. Italia ha detto:

    Non vince anche perché distribuisce simit alla luce del sole, ma soprattutto perché distribuisce soldi per ottenerne voti!

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      fonte?

      e se per vincere le elezioni basta distribuire soldi, perche’ i suoi rivali politici non fanno (o non hanno fatto) la stessa cosa?

      • Italia ha detto:

        Ma secondo te esisterebbero fonti ufficiali?
        E poi per vincere le elezioni contro chi paga il suo elettorato la soluzione è quella di distribuire soldi?
        Fatti un giro nei quartieri periferici di istanbul e poi fammi sapere perchè erdogan vince le elezioni! Per non parlare dei villaggi nel resto della turchia (specialmente zona anatolica)

        • Istanbul, Avrupa ha detto:

          ecco, appunto: mi ha detto Tizio che il cugino di Caio gli ha riferito che… 😉

          le elezioni l’Akp le vince perche’ l’economia e’ in salute, perche’ sono state fatte riforme democratiche per dare diritti e dignita’ a chi prima non ne aveva, perche’ il partito – di massa – e’ in contatto diretto coi cittadini (e magari da’ anche vantaggi – economici e di altro tipo – ai suoi sostenitori: come qualsiasi partito politico organizzato nel mondo), perche’ ha una macchina elettorale estremamente efficace etc etc.

          scusa la franchezza: ma la linea ‘l’Akp vince le elezioni perche’ compra i voti’ io potrei accettarla – forse – solo da un bambino delle elementari…

  4. Italia ha detto:

    “vantaggi economici ai suoi sostenitori” come hai scritto non è altro che una forma più velata del “distribuire i soldi” che ho scritto prima, o hai una diversa interpretazione?

    Tra l’altro dispiace sentirmi dare del “bambino delle elementari” da te, quando primo non ho offeso nessuno e secondo sto solamente dicendo quello che penso e quello che vedo, visto che vivo qui ad Istanbul e anche io ho diritto ad avere un’opinione diversa dalla tua!

    A proposito, non mi sembra che Erdoğan accetti molto volentieri chi la pensa diversamente da lui (vedi Gezi Park, al di là degli atti vandalici dei manifestanti e della polizia), cercando di limitare il diritto ad esprimere la propria opinione con manifestazioni pacifiche almeno all’inizio.

  5. Italia ha detto:

    Innanzitutto di fatti ne ho menzionati, così come lo hai fatto anche tu (“vantaggi economici”, “Gezi Park”, 4 morti per nulla, ricordi?)
    Quando non sai che rispondere, offendi semplicemente… complimenti! Non capisco il perchè visto che io NON TI HO OFFESO! Mah… se sei contento tu a gestire un blog in questo modo…

  6. Pingback: Erdoğan a Malatya | Istanbul, Avrupa

  7. Stefano Steccoglu ha detto:

    Anche Mussolini si faceva vedere e riprendere dalla televisione mentre mieteva il grano tra i contadini…si chiamava Propaganda! Anche Mussolini reprimeva con la violenza chi osava dissentire…si chiamava Dittatura!

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      ma in Turchia chi dissente – utilizzando canali democratici – NON subisce alcuna repressione: esistono partiti politici e mezzi di stampa di ogni sorta che ogni giorno dissentono, criticano e perfino insultano il primo ministro e il partito di governo.

      e di certo non e’ una colpa – ma un grande merito! – di Erdogan e dell’Akp se la maggioranza dei turchi preferisce votare per loro e non per gli avversari politici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...