Marta Ottaviani, Erdoğan e i pantaloni


I fatti sono piuttosto banali: un liceo in Turchia ha autonomamente deciso che l’uniforme valida per tutti gli studenti non prevede la gonna per le fanciulle; è seguita una simpatica protesta: alcuni maschietti hanno sfilato per le vie di Antalya indossando gonne e minigonne.

Ovviamente, Marta Ottaviani non se l’è lasciata sfuggire questa notizia: ogni pretesto è buono per mettere in cattiva luce l’islam e soprattutto il governo dell’Akp, per far credere al lettore italiano – in ottica kemal-leghista – che in Turchia è in atto un fenomeno definito “islamizzazione” (roba brutta e cattiva, qualcuno magari pensa ai burqa e ai Talebani).

Come se non ci fossero temi di grande interesse e impatto di cui occuparsi, così da spiegare al lettore italiano – e dovrebbe essere questo il compito di un corrispondente degno di questo nome – come la Turchia sta continuando la sua transizione e trasformazione politica, sociale ed economica.

Questa voce è stata pubblicata in disinformazione, Islam, politica interna, Turchia. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Marta Ottaviani, Erdoğan e i pantaloni

  1. mirkhond ha detto:

    Quella foto casomai, rischia di alimentare un altro sterotipo sui turchi, e cioè sulla FROCERIA…..😉
    ciao!

  2. Akhenaton ha detto:

    mi sa che tu e Marta Ottaviani vivete in due mondi diversi

  3. la ottaviani,secondo me,non e’ in buona fede,non e’ possibile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...