Istanbul, Europa: Slow Fish Istanbul 2013


slow(dal mio blog cultural-turistico Istanbul, Europa su Zingarate)

Anche se l’uso che se ne fa in cucina – almeno per i miei gusti e le mie abitudini – non è generalmente abbastanza vario e sofisticato, il pesce è uno degli elementi costitutivi più caratteristici di Istanbul: pesce del Bosforo e non d’allevamento, più o meno costoso e disponibile nei mercati a seconda della stagione. Io ne vado matto, soprattutto dei pesciolini fritti e del palamut di cui ho parlato recentemente: non sono ancora ferratissimo in materia, sto mano a mano scoprendo nomi, sapori, periodi di cattura. E ce n’è soprattutto uno – il lüfer (conosciuto da noi come pesce serra) – che è stato recentemente il protagonista di campagne di sensibilizzazione per scongiurarne una pesca eccessiva soprattutto allo stadio giovanile (viene chiamato çinekop quando è di 10-15 centimetri): tanto che nel 2011 e nel 2012 l’associazione locale di Slow Food gli ha dedicato una festa; moltissimi ristoratori hanno aderito: e hanno deciso di non servire più il lüfer/çinekop.

[…]

(per scoprire i dettagli dell’evento 2013, cliccate qui)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Istanbul, Turchia e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...