Gli italiani di Istanbul e le proteste di piazza Taksim (21)


Uno dei fenomeni più imbarazzanti per il mondo dell’informazione – durante le proteste del parco Gezi – è la presenza di manifestanti-giornalisti: attivisti politici di estrema sinistra che – senza un minimo di obiettività – hanno fatto credere agli italiani che a Istanbul era iniziata la Terza guerra mondiale. Le loro uniche credenziali? Aver partecipato alle proteste; professionalità e conoscenza delle dinamiche politiche o della storia turca, zero assoluto.

Uno di costoro – tra i più bellicosi – è riuscito a scrivere sul Fatto frasi assurde del tipo: “Erdoğan ha dichiarato guerra al suo popolo” (ma che vuol dire? boh…).

E nei giorni scorsi se ne è uscito così sul suo profilo di Facebook: “Femen ha aperto nei giorni scorsi un ufficio a Istanbul e una pagina twitter, ‘@Femen_Turkey’. Devo decidere se mi stanno più sulle palle queste mancate animatrici turistiche o Recep Tayyip Erdoğan e i buffoni dell’AKP.

Dico: va bene – per sfogarsi – urlare in piazza tutto il proprio disagio esistenziale, ma come si può pretendere di fare informazione in modo obiettivo a partire da queste basi?

E’ chiaro che poi chi li legge – o usufruisce dei loro servizi turistici – si fa idee stranissime sulla Turchia…

Questa voce è stata pubblicata in disinformazione, Istanbul, Turchia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...