La Turchia e i pregiudizi degli italiani (177)


(l’autore stavolta ha nome e cognome: Marcello Veneziani, giornalista e scrittore; in sostanza, non vuole la Turchia nell’Unione europea… perché sono musSulmani!)

Da anni sostengo che sarebbe una sciagura accogliere la Turchia in Europa. Perché si tratta di civiltà diverse, con radici e storie diverse e per secoli anche aspramente rivali. La Turchia poi sarebbe la porta dell’Islam e il Paese più popoloso d’Europa. Alleanze militari e commerciali sì, unione europea no.

Che poi, dei turchi che già vivono nei paesi dell’Ue cosa ne facciamo? A rigor di logica, dovremmo cacciarli tutti via, no?

Questa voce è stata pubblicata in disinformazione, Islam, Turchia. Contrassegna il permalink.

4 risposte a La Turchia e i pregiudizi degli italiani (177)

  1. AlessandroUD ha detto:

    Non c’è nulla da stupirsi, visto l’orientamento politico-ideologico di Veneziani e dei giornali sui quali scrive.
    Inoltre credo che Veneziani scriva ciò che un po’ tutti pensano: dimmi quanti sono gli italiani (limitiamoci all’Italia, lasciamo stare il resto dell’Europa) che aspettano con ansia il momento in cui la Turchia farà parte dell’UE, se mai ci sarà quel giorno?
    Personalmente, e lo avevo già scritto altrove, ho i miei dubbi sui vantaggi che potrebbero derivare alla Turchia dall’ingresso nell’UE. Sicuramente ce ne saranno, ma mi sembra che in questo momento non mi sembra che la Turchia si trovi, nell’area di sua influenza, in una posizione periferica o di svantaggio per questa sua condizione.

    Lasciami invece dire che quando Veneziani dà come motivazione il fatto che “si tratta di civiltà per secoli anche aspramente rivali” scrive una grande fesseria. Egli dimentica che i paesi europei sono anche loro stati, fino a pochi anni fa, “aspramente rivali”. O forse dimentica che fino a settant’anni fa e meno eravamo tutti contro tutti: tedeschi contro inglesi, inglesi contro italiani, francesi contro tedeschi, e così via, per non parlare della cortina di ferro….

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      ma appunto, l’insostenitibilita’ logica di quanto asserisce Veneziani e’ evidente: ma si tratta di mascheramenti per non confessare esplicitamente un rigetto fondato – nei fatti – esclusivamente sull’islam

  2. FLG ha detto:

    Ecco, quello di Alessandro nell’ultimo capoverso mi sembra il classico argomento debole con cui si elude il problema. Osservava Napoleone: “Ormai l’Europa, tranne la Turchia, è come un unico paese. Quando facciamo delle guerre, sono guerre civili”. Quindi no, Alessandro, il salto concettuale ed epocale di una fine del dualismo Turchia islamica-Civiltà Europea (che è lecito auspicare) è cento volte superiore a qualunque contrasto che ci può essere stato nei secoli tra due qualunque stati europei.

    • AlessandroUD ha detto:

      Appunto, sarebbe un salto epocale, che secondo me non si verificherà. Perlomeno non adesso, non in questa epoca, non con questi “opinionisti” (scritto appositamente tra virgolette).
      Dal lato europeo non vedo molta gente ansiosa di fare questo salto.
      Noi che conosciamo entrambi i mondi sappiamo valutare la questione un po’ diversamente da chi, come quelle mamme spaventate o infastidite dallo scambio culturale progettato dalla scuola frequentata dai loro figli, di cui Giuseppe ci informa in un altro post, rappresenta ancora ora la maggioranza del sentire comune in Europa, o perlomeno in Italia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...