Bosforo, 1954


Eggià, mica nevica a Istanbul…

Questa voce è stata pubblicata in disinformazione, Istanbul, Turchia. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Bosforo, 1954

  1. AlessandroUD ha detto:

    Dalla foto sembrerebbe soprattutto gran freddo, oltre che neve, per gelare l’acqua.
    Ho provato a cercare nei dati statistici del 1954, ed ho trovato tra metà gennaio ed i primi di febbraio diverse giornate sottozero e con neve, ma mai sotto i -8.
    Invece, per arrivare più vicino ai nostri giorni, eccezionale il marzo 1987, con colossali nevicate che seppellirono la città. Qua è visibile un video che ricorda quei giorni, con articoli di giornale:

    Io non mi sono mai trovato ad Istanbul con la neve, mi immagino i problemi per chi abita nelle zone con saliscendi e penso ai disagi dei facchini che nel centro trasportano con i carrelli quegli enormi pacchi pieni di tutto tra i magazzini, i negozi, i furgoni ed i camion….

  2. mirkhond ha detto:

    Questo per rispondere a chi afferma che le vicende dell’Iliade si sarebbero svolte nel Baltico, in quanto gli Achei/Micenei combattevano con le pellicce!

  3. mirkhond ha detto:

    Nella notte tra il 10 e l’11 dicembre 969 d.C., a Costantinopoli veniva assassinato l’imperatore Niceforo II Foca (963-969 d.C.) da una congiura di palazzo.
    Stando al romanzo Il Fuoco Greco di Luigi Malerba, a Costantinopoli nevicava abbondantemente come nelle foto e nel video postato da Alessandro….

  4. Gino A. ha detto:

    Non ricordo esattamente se tre o quattro anni fa ero in Turchia ai primi di Gennaio e si stava da dio!
    A Istanbul mi sono fermato solo la prima notte per ripartire nel primo pomeriggio per Aydin,quindi uscii per una veloce cena e un giretto nella zona Topkapi (ero in albergo lì) e giravo tranquillamente con una felpa.
    A Aydin c’erano circa 15 gradi e, prima di ripartire dall’aeroporto a Izmir, abbiamo pranzato all’aperto.
    Il giorno dopo il nostro scalo, hanno bloccato l’aeroporto di Monaco causa neve😀

  5. quell’anno frequentavo la terza liceo presso gli İMİ. Gli inverni in quegli anni erano quasi tutti rigidi.
    Saranno ormai una trentina d’anni che gli inverni sono sempre gradualmente pıu miti.

  6. Per quanto riguarda Niceforo Foka,bisognerebbe ricordare che Niceforo non e’ un nome ma un epiteto. Significa,infatti, ‘portatore di vittoria’. Probabilmente,era un epiteto dato agli imperatori
    vittoriosi nelle guerre. C ome tale,quindi, bisognerebbe dire Nikeforos invece di Niceforo.İnfatti il nome della vittoria in greco e’ NİKİ,trasformato,poi,dagli occidentali in NİKE.spero di non essermi sbagliato

  7. mirkhond ha detto:

    In questo caso è un nome di persona di un generale cappadoce, poi divenuto imperatore e appartenente al casato armeno romeizzato dei Foca.
    Niceforo si dice in Italiano. In Romaico dovrebbe essere Nikiforos Fokàs!

  8. mirkhond ha detto:

    Vi furono tre imperatori romei a portare questo nome, e tutti di origini anatoliche:
    Niceforo I (802-811), cappadoce, forse discendente da una tribù araba cristiana, stabilitasi in Anatolia nel VII secolo dopo Cristo.
    Niceforo II Foca (963-969), già citato e proveniente anche lui dalla Cappadocia, e da una potente famiglia di militari e nobili armeni.
    Niceforo III Votaniate (Botaniate in Italiano) (1078-1081, da Votania nel Tema degli Anatolici (Frigia), e anch’egli appartenente ad una nobile famiglia dei luogo. .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...