La Turchia e i pregiudizi di Donatella Piatti (221)


Non l’ho mai ascoltata, né letta: ma pare che questa Donatella Piatti – esperta di cucina? giornalista? – sia una figura nota in Turchia, come esperta/divulgatrice di cultura italiana. Dopo 36 anni qui, è tornata in Italia: e ha pensato bene di scrivere una lettera – o forse un articolo, non si capisce bene – per la Gazzetta di Istanbul, la rivista del Circolo Roma.

Cosa dice? Beh, che se n’è andata proprio quando la Turchia sta trovando un minimo di stabilità: dopo decenni fatti di colpi di stato, di terrorismo, di povertà etc. etc. In compenso, in Italia potrà sorseggiare vino senza che nessuno glielo mandi di traverso facendole notare che è haram (“peccato”, per l’islam); e potrà slogarsi senza problemi una caviglia, durante una passeggiata tra colline coperte da vitigni: perché in ospedale gliela rimetteranno in sesto anche se sprovvista di assicurazione (o di “gruzzolo da parte”).

Ma è mai possibile che dopo 36 anni in Turchia, le sole cose di cui questa persona trova il modo di parlare sono la diversa sensibilità in materia di alcol e il funzionamento del precedente – perché adesso i servizi pubblici sono stati enormemente potenziati! – del sistema sanitario? Che tristezza!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in disinformazione, Islam, Turchia. Contrassegna il permalink.

4 risposte a La Turchia e i pregiudizi di Donatella Piatti (221)

  1. Burhan GORGULU ha detto:

    Ho dimenticato, – si puo forse scusare visto la ma eta,- il nome della persona che aveva detto una volta “CHİ HA GLİ OCCHİ DEL CUORE ACCECATİ, SARA’ CONDANNATO MORIRE DA IGNORANTE CHE E’ , PERCHE QUEI DUE OCCHİ REGALATI DA DIO, SERVIRANNO , SOLO , POTER CAMMİNARE SENZA CADERE”… Ma vedo che POVERACCIA é caduta pure… Vuol dire che nemeno i due occhi fisici servono un gran che…Non mi resta che togliere cappello ed inchinarmi davanti a tanta saggezza… Non trovo niente da agiungere…. Con i miei rispetti…

  2. eustakyomanopulo1937 ha detto:

    La Turchia ha accolto a braccia aperte questa signora,come d’altronde fa per tutti gli stranieri ed in special modo per gli italiani. Ha avuto in Turchia successo e benessere come non se l’avrebbe nemmeno lontanamente sognato in İtalia. Un’ottima mamma che ha bene introdotto il figlio nelle TV locali. Solo che il tempo passa inesorabilmente per tutti, la bellezza e la freschezza svaniscono… e bisogna rassegnarsi

    • Istanbul, Avrupa ha detto:

      la Turchia dovrebbe essere MOLTO più selettiva, nell’accogliere le persone!

      la cosa bella è che in Italia si fa un gran parlare di come gli immigrati debbano rispettare “le nostre tradizioni”… poi gli itaGliani all’estero stanno sempre a lamentarsi delle tradizioni degli altri 🙂

  3. Pingback: Donatella Piatti: la rabbia e l’islamofobia | Istanbul, Avrupa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...